Rifugio Brentari costruzioni

Escursione nella catena del Lagorai – Cima d’Asta –Rifugio  Brentari  22/23 luglio 2017

E' una delle più classiche e frequentate escursioni della catena del Lagorai Cima d'Asta, il gruppo montuoso che fa da cuscinetto tra le prealpi Venete e le Dolomiti, a nord della grande frattura geologica della "Faglia della Valsugana. Le panoramiche, sia dal rifugio che, naturalmente, dalla cima, sono meravigliose..  Ai piedi della vetta più alta del Lagorai e ai margini di un laghetto alpino tra i più profondi d’Europa, si trova- il Rifugio Cima d’Asta Ottone Brentari. Questo Rifugio è stato il primo (e per tanti anni l’unico) su questo gruppo montuoso che è il più esteso del Trentino.. Questo è il punto di partenza per l’ascensione a Cima d’Asta, ma solo le acque turchesi e trasparenti del laghetto meritano una visita

Programma:

Sabato 22:

Partenza: alle ore 06.00 (puntuali), in pullman, a S.Anna di Piove (parcheggio in Via Parini vicino alle Scuole Superiori) –  sosta a Voltabarozzo di Padova - parcheggio di Via Balestra ( ore 6,15)

Partenza del giro dal Campeggio della Val Malene (comune di Pieve Tesino) - 1.100 mt su una stradina verso nord risalendo il torrente Tolvà sino ad arrivare all’omonima malga (abbandonata) e si prosegue – salendo lentamente - sino lungo il sentiero 338 raggiungendo la forcella di Val Regana (2047 m). A questo punto si segue il sentiero Giuseppina Negrelli verso ovest che risale un canalone sino ad un passo da cui si scende velocemente al rifugio Brentari (2473 m). [4,5 ore + le soste]

Dislivello: in salita 1373 mt

Domenica 23:

Il secondo giorno dal Rifugio chi vuole può salire alla Cima d’Asta (2847 m) per scendere poi sul sentiero 364 (oppure il sentiero Negrelli dell’andata) sino alla forcella di Val Regada per continuare verso nord lungo la Val Regada seguendo l’alveo del torrente sino a giungere a Ponte Serrai (tra il rifugio Refavaie e Caoria di dentro – Canale S.Bovo) poi andiamo a Caoria dove troveremo il pullman a prelevarci. [4-5 ore + le soste – per chi sale alla Cima d’Asta 7 ore)]

Dislivello: in salita per chi va alla Cima d’Asta 374

Dislivello in discesa: per chi sale alla Cima d’Asta 1897 mt

Dislivello in discesa per chi parte dal Rifugio Brentari 1523 mt

Difficolta: media

Costi:

  • Euro 93,00 soci - Euro 103,00 per i non soci

Comprendono: pullman, pernottamento, cena (no bevande), colazione, assicurazione con l’Europ Assistence. Non sono compresi i due pranzi a sacco di sabato e domenica. .

Abbigliamento (OBBLIGATORIO):

Scarponi da trekking , protezione dalla pioggia (K.way, mantellina),acqua e alimenti adeguati all’escursione, sacco lenzuola e ciabatte.

Consigliato: - Bastoncini, pile, giacca a vento, indumenti di ricambio, crema solare, cappellino, pantaloni lunghi;

Posti disponibili: 36

In sede, Via Castello, 12 a Piove di Sacco, ogni martedì sera dopo le ore 21.00.

  • Maurizio cell. 340-4881745 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’adesione è ritenuta confermata solo a seguito del versamento dell’acconto pari a 40,00 euro, anche tramite bonifico bancario al Circolo Legambiente Aps di Piove di Sacco presso la Banca Patavina – Agenzia di Arzergrande codice IBAN IT 26 E 08728 62360 000000014162.

“Non si può restare sempre sulle vette, bisogna ridiscendere, a che pro allora? Ecco: l’alto conosce il basso, il basso non conosce l’alto”. Si sale si vede. Si ridiscende, non si vede più; ma si è visto. Monte Analogo di René Doumal

ORGANIZZAZIONE TECNICA: AGENZIA BROCADELLO VIAGGI DI PIOVE DI SACCO (PD)   tel. 049/9701067

contentmap_plugin