Domenica 27 Maggio 2018 GIRO BICI-GOMMONE Lungo il Fiume Sile

gita in gommone sul sile

Il Parco Naturale Regionale del fiume Sile si estende su una superficie di 4.152 ettari, compresa all'interno di 11 territori comunali distribuiti nelle province di Padova, Treviso e Venezia.
L'area delle sorgenti si trova tra Casacorba di Vedelago (Treviso) e Torreselle di Piombino Dese (Padova) originando il più lungo fiume di risorgiva d'Italia: 70 km circa da Casacorba di Vedelago (Treviso) a Portegrandi di Quarto d'Altino (Venezia), la foce naturale nella Laguna di Venezia, prima dello scavo del "Taglio del Sile".

Fin dai tempi più remoti il clima mite dell'area, la navigabilità delle acque, la vicinanza con il mare, la copiosità di risorgive e la ricchezza boschiva del territorio circostante (il paesaggio, per quanto simile, non era comunque quello attuale) attraggono al Sile popolazioni che si fermano lungo le sue rive.

 

Programma:

  • Partenza: alle ore 07,00, in auto con ritrovo – per chi parte dal Piovese - nel parcheggio di Via Parini a Piove di Sacco. Ritrovo per tutti (PUNTUALI) 8.30 presso Via Torre 70 Lughignano, parcheggio zona industriale per organizzare; successivamente si procederà verso località Ponte della Gobba (TV) dove si partirà con le bici. Arrivo previsto per le 9.15.
  • Ore 10.00 prevista partenza in bici, percorso lungo la ciclabile.
  • Ore 11.15 previsto arrivo in sede Travelsport dove sarà organizzato un piccolo spuntino per poi continuare la discesa del fiume in gommone
  • Ore 12.30 prevista partenza con gommone dalla sede con destinazione Sant’Elena, dove sarà possibile pranzare presso l’Osteria Sant’Elena
  • Ore 15.00 si riparte e si continuerà la discesa fino a Casale sul Sile, l’arrivo sarà previsto per le 16.30
  • Gli autisti andranno a prendere le auto lasciate a TV.
  • descrizione del giro:
  • la partenza, con le bici, sarà presso la località Ponte della Gobba (TV),. Accompagnati da alcune guide naturalistiche che illustreranno le particolarità di questo fiume, percorrendo la ciclabile si arriverà fino al piccolo porticciolo di Casier sul Sile, si proseguirà fino alla sede della Travelsport (dove consumeremo uno spuntino e dove si sono anche i bagni), Qui verso le ore 12,30 si salirà sui gommoni (15 persone per gommone)   con destinazione Sant’Elena – qui in una vecchia osteria Osteria ci si ferma per il pranzo (può essere an che a sacco). Il gommone è una imbarcazione a remi quindi per scendere il fiume ci faremo una bella pagaiata! Su ogni gommone sarà presente una guida naturalistica che condurrà l’imbarcazione e illustrerà le particolarità di questo bellissimo fiume. In questo modo sarà possibile osservare la natura da un diverso punto di vista, osservare molte specie appartenenti sia alla flora che alla fauna locale.

 Alle ore 15,00 si risale con il gommone per arrivare fino a Casale sul Sile.

(Lunghezza percorso: in bici 10 km– in gommone altri 10 km. 

COSA PORTARE:

E’ una giornata all’aria aperta quindi ideale un paio di scarpe da ginnastica e vestiti comodi, portarsi un cambio perché è possibile bagnarsi in gommone. Ideale è uno zainetto con k-way se si alza un po’ d’aria, acqua cappellino da sole e per chi vuole anche la crema solare.

Costi:

38,00 euro per i soci e 40,00 euro per i non soci (comprendono noleggio gommone, servizio guida, spuntino del mattino – l’assicurazione) – non comprende il costo del pranzo presso l’Osteria di Sant’Elena.

Adesioni:

  • In sede, Via Castello, 12 a Piove di Sacco, ogni martedì sera dopo le ore 21.00
  • Per e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Maurizio tel. 340-4881745

In caso di mal tempo ci aggiorneremo per valutare la fattibilità dell'uscita. 

Posti disponibili: 30

L’adesione è ritenuta confermata solo a seguito del versamento dell’acconto pari a 15,00 euro, anche tramite bonifico bancario al Circolo  Legambiente Aps di Piove di Sacco presso la Banca di Credito Cooperativo di Piove di Sacco – Agenzia di Arzergrande codice IBAN  IT 26 E 08728 62360  000000014162

 

2-3 Giugno 2018 Appennino Romagnolo sui sentieri di Dante e di Tonino Guerra

003b DSC1627rid52762

San Benedetto in Alpe è noto come punto di partenza per l'escursione alla cascata dell'Acquacheta. Lo scrittore forlivese Marco Galizzi, in un recente e simpatico libro, ha scritto: “Anche solo una volta nella vita, se puoi, percorri il sentiero che da San Benedetto in Alpe, costeggiando il torrente Acquacheta, porta a uno dei luoghi più suggestivi dell'Appennino romagnolo. Un'acqua limpidissima tra rocce e gradoni per novanta metri di salto, la cascata dell'Acquacheta. Rimani in ascolto tra foreste di querce, castagni, faggi e sempreverdi, lascia che le musiche di quel palcoscenico colorato ti parlino a fondo della Romagna”.

Il fascino dei luoghi colpì e ispirò anche Dante Alighieri, che li citò nella Divina Commedia), paragonando la “caduta” dell'Acquacheta alla cascata del fiume infernale Flegetonte che separa il settimo dall'ottavo cerchio dell'inferno. Grazie a Dante l'Acquacheta ha conquistato imperitura fama letteraria.

 

Il sentiero Tonino Guerra, è un sentiero di nuova ideazione inaugurato nel 2014. Un circuito ad anello che partendo da Pennabilli vi rientra dopo avere visitato i musei diffusi di Pennabilli centro ideati da Tonino Guerra e dopo aver toccato nel suo percorso, i Borghi comunali di Cà Fanchi e Villa Maindi e l’eccellenza del sito del Canaiolo. Una parte di tale sentiero era anche un antico sentiero di collegamento della campagna e dei piccoli B orghi al di là del torrente Messa con il centro del paese.

I giardini-museo di Pennabilli dedicati a Tonino Guerra

Pennabilli, affascinante borgo della Valmarecchia a meno di 50 km da Rimini, ospita diversi giardini-museo e mostre permanenti chiamati “I luoghi dell’anima”, diretta espressione dell’estro fantasioso di Tonino Guerra: dall’Orto dei frutti dimenticati (che raccoglie specie ormai perdute di alberi da frutto), al Rifugio delle Madonne abbandonate (una collezione di immagini sacre che adornavano le cellette agli incroci delle strade di campagna), dalla Strada delle meridiane (che propone facciate di palazzi impreziosite da sette meridiane d’autore), al Santuario dei pensieri (sette specchi opachi per la mente)

http://www.comune.pennabilli.rn.it/fileadmin/grpmnt/5537/Sentiero_Tonino_Guerra.pdf

. Per conoscere meglio Tonino Guerra

http://www.toninoguerra.org/

 

Programma

Sabato 2 Giugno:

Partenza alle ore 06.00 in pullman, a S.Anna di  Piove (parcheggio in Via Parini vicino alle Scuole Superiori) –  sosta a  Voltabarozzo di Padova  - parcheggio di Via Balestra ( ore 6,15)

Arrivo verso le ore 10,00 a San Benedetto d’Alpe incontro con la guida. Si parte per l’escursione per raggiungere le Cascate di Acqucheta. Dalle cascate di Acquacheta si riparte per l’Ostello del Vignale dove pernotteremo

http://www.ostelloilvignale.it/san-benedetto-alpe/

 

Difficoltà: escursionistica (E)  - Distanza: circa 11  Km  - Dislivello: mt     in salita ed altrettanti in discesa

Domenica 2 Giugno: Sui sentieri di Tonino Guerra

Partenza dall’Ostello alle ore 08,30 per il Montefeltro. Ore 10,00 arrivo a Pennabili Qui inizia il percorso dedicato a Tonino Guerra.

.Difficoltà: escursionistica (E) Distanza: circa 9  Km  Dislivello: circa 150 mt in salita m in discesa

 Ore 17,00 ca partenza per il rientro

 

Costi: 101,00        euro  per i soci  - 109,00  euro  per i non soci - comprendono: il viaggio in pullman,  il pernottamento  a mezza pensione (comprese le bevande),   1 pranzo a sacco (per domenica 30) ,   i servizi guida, l’assicurazione con Europ Assitence.  

Si ricorda che i percorsi richiedono una preparazione escursionistica di livello medio, con una buona abitudine alla percorrenza di tratti su sentiero. I percorsi proposti  possono essere  modificabili secondo eventuali esigenze che possono sorgere.

Pernottamento: in Ostello

Anticipo: l’adesione è confermata solo a seguito del versamento della somma di euro 50,00 cadauno anche  tramite bonifico bancario al: Circolo  Legambiente Aps di Piove di Sacco presso la Banca Patavina – Agenzia di Arzergrande codice IBAN  IT 26 E 08728 62360  000000014162.

Abbigliamento: sportivo, per le escursioni sono obbligatori scarponcini o scarpe da trekking (controllare le suole) – giacca a vento e/o mantella – portare la torcia per l’escursione di sabato.

Adesioni e informazioni:

In sede – Via Castello 12 - Piove di Sacco - ogni martedì sera dopo le ore 21.00

  • Maurizio al cell. 340-4881745 - Tramite e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Viaggiare è camminare verso l'orizzonte, incontrare l'altro, conoscere, scoprire e tornare più ricchi di quando si era iniziato il cammino. (Luis Sepúlveda)

ORGANIZZAZIONE TECNICA:

 

AGENZIA BROCADELLO VIAGGI DI PIOVE DI SACCO (PD)    tel. 049/9701067

 

Domenica 10 Giugno 2018 BICICLETTATA Low velocity to Cremona and Piacenza LUNGO IL FIUME Po

New 309

Il giro  si svolgerà in un paesaggio agricolo fluviale e delle golene, con due eccellenze,  Cremona e Piacenza, che ci permettono di associare alla pedalata la visita ai tesori di questi due centri.

Il Po, nel suo tratto mediano, fra Lombardia e Emilia, si abbandona alla lentezza. Il suo grande corpo d’acqua divaga nella pianura padana senza fretta. Si distende, si allarga, si ramifica, compie dei larghi giri, accetta con disinteresse gli apporti dei suoi affluenti, più corposi e costanti quelli di sinistra che scendono dalle Alpi, più capricciosi e saltuari quelli di destra che arrivano dall’Appennino.

Le anse del fiume sembrano le “elle” o le “effe” di una largheggiante calligrafia scolastica. A rincorrerle in bicicletta sugli argini c’è da compiere chilometri senza spostarsi di molto nella direzione normale del fiume, da occidente a oriente.Pedalando sopra  l’argine ci permette di vedere più lontano: i riquadri delle campagne, le partiture dei pioppeti, il miscuglio dei boschi di ripa, le isolate cascine, i campanili e le strade diritte, il lontano fondale delle montagne che cingono la pianura.

Programma:

  • Partenza alle ore 6,00 in pullman, a S.Anna di  Piove (parcheggio in Via Parini vicino alle Scuole Superiori) –  sosta a  Voltabarozzo di Padova  - parcheggio di Via Balestra ( ore 6,15)
  • Verso le ore 10,00 partenza da Cremona (Piazzale della croce rossa, adiacente piazza Libertà, via Mantova) dove saranno consegnate le bici. Attraversamento della città con visita esterna al Duomo, Il Torrazzo famoso di Cremona, passiamo accanto al Comune sede anche del museo degli strumenti, Cremona e nota in tutto il mondo per la produzione della liuteria, con sede e scuola professionale di liuteria Successivamente si va dritti vero il Po, attraversamento ponte, lato dedicato alle biciclette, in tutta sicurezza.
  • Imboccheremo la sponda destra del Po direzione Piacenza. A circa metà percorso faremo sosta per i l pranzo a sacco
  • Avremo due attraversamenti del fiume con passaggio su ponti, e taglio strada, dovremo stare particolarmente attenti. Per il resto staremo sempre sulle sponde del fiume ora a destra ora a sinistra
  • Ore 15,30 Arrivo a Piacenza. Qui una socia della FIAB, ci porterà a visitare la città in bicicletta: intorno alle mura, versa Basilica di Santa Maria in campagna, che ha il pregio di essere affrescata da enormi tele Barocche di Guido Reni e il Procaccini Poi Piazza Cavalli, luogo storico d'incontri per concludere affari, Piacenza nell'ottocento era in un quadrivio, per il traffico e spostamento delle merci proventi, da mare Genova, dal nord la Francia, dal centro Italia verso il Triveneto. Prima le merci viaggiavano su carri trainati da cavalli, ora la zona è famosa anche per i  padroncini proprietari di una immensa flotta di autocarri articolati.
  • Ore 17,00 circa consegna delle biciclette
  • Ore 17,30 circa partenza per il rientro a casa – arrivo a Piove di Sacco verso le ore 21,00 circa.
  • Il percorso complessivo in bicicletta  è di 54 km. più 10 per la visita ai due centri di Cremona e Piacenza. Totale 64 Km.

Costi:

  • Euro 40,00 per i soci – 42,00 o per i non soci

Comprendono: viaggio in pullman,  noleggio bici, assicurazione, servizio guida - Non  comprendono il pranzo a sacco

Le bici a noleggio sono fornite da GiroLibero

Ci farà da guida Maurilio Grassi della FIAB Lombardia

Abbigliamento: è consigliato un abbigliamento sportivo con scarpe da tennis o scarponcini, kyay

E’ consigliato il caschetto – obbligatorio per i minori.

Adesione:    è confermata  con il versamento dell’acconto di 20,00 euro anche  tramite bonifico bancario al Circolo  Legambiente Aps di Piove di Sacco presso la Banca Patavina – Agenzia di Arzergrande codice IBAN  IT 26 E 08728 62360  000000014162

  • In sede, Via Castello, 12 a Piove di Sacco, ogni martedì sera dopo le ore 21.00
  • Maurizio al cell. 340-4881745

ORGANIZZAZIONE TECNICA: AGENZIA BROCADELLO VIAGGI DI PIOVE DI SACCO (PD)    tel. 049/9701067

"Un Paese è sviluppato non quando i poveri posseggono automobili, ma quando i ricchi usano mezzi pubblici e biciclette" Gustavo Petro, sindaco di Bogotà.”

 

Domenica 16  Settembre 2018 BICICLETTATA
Low velocity to Cremona and Piacenza LUNGO IL FIUME Po

New 309

Il giro  si svolgerà in un paesaggio agricolo fluviale e delle golene, con due eccellenze,  Cremona e Piacenza, che ci permettono di associare alla pedalata la visita ai tesori di questi due centri.

Il Po, nel suo tratto mediano, fra Lombardia e Emilia, si abbandona alla lentezza. Il suo grande corpo d’acqua divaga nella pianura padana senza fretta. Si distende, si allarga, si ramifica, compie dei larghi giri, accetta con disinteresse gli apporti dei suoi affluenti, più corposi e costanti quelli di sinistra che scendono dalle Alpi, più capricciosi e saltuari quelli di destra che arrivano dall’Appennino.

Le anse del fiume sembrano le “elle” o le “effe” di una largheggiante calligrafia scolastica. A rincorrerle in bicicletta sugli argini c’è da compiere chilometri senza spostarsi di molto nella direzione normale del fiume, da occidente a oriente.Pedalando sopra  l’argine ci permette di vedere più lontano: i riquadri delle campagne, le partiture dei pioppeti, il miscuglio dei boschi di ripa, le isolate cascine, i campanili e le strade diritte, il lontano fondale delle montagne che cingono la pianura.

Programma:

  • Partenza alle ore 6,00 in pullman, a S.Anna di  Piove (parcheggio in Via Parini vicino alle Scuole Superiori) –  sosta a  Voltabarozzo di Padova  - parcheggio di Via Balestra ( ore 6,15)
  • Verso le ore 10,00 partenza da Cremona (Piazzale della croce rossa, adiacente piazza Libertà, via Mantova) dove saranno consegnate le bici. Attraversamento della città con visita esterna al Duomo, Il Torrazzo famoso di Cremona, passiamo accanto al Comune sede anche del museo degli strumenti, Cremona e nota in tutto il mondo per la produzione della liuteria, con sede e scuola professionale di liuteria Successivamente si va dritti vero il Po, attraversamento ponte, lato dedicato alle biciclette, in tutta sicurezza.
  • Imboccheremo la sponda destra del Po direzione Piacenza. A circa metà percorso faremo sosta per i l pranzo a sacco
  • Avremo due attraversamenti del fiume con passaggio su ponti, e taglio strada, dovremo stare particolarmente attenti. Per il resto staremo sempre sulle sponde del fiume ora a destra ora a sinistra
  • Ore 15,30 Arrivo a Piacenza. Qui una socia della FIAB, ci porterà a visitare la città in bicicletta: intorno alle mura, versa Basilica di Santa Maria in campagna, che ha il pregio di essere affrescata da enormi tele Barocche di Guido Reni e il Procaccini Poi Piazza Cavalli, luogo storico d'incontri per concludere affari, Piacenza nell'ottocento era in un quadrivio, per il traffico e spostamento delle merci proventi, da mare Genova, dal nord la Francia, dal centro Italia verso il Triveneto. Prima le merci viaggiavano su carri trainati da cavalli, ora la zona è famosa anche per i  padroncini proprietari di una immensa flotta di autocarri articolati.
  • Ore 17,00 circa consegna delle biciclette
  • Ore 17,30 circa partenza per il rientro a casa – arrivo a Piove di Sacco verso le ore 21,00 circa.
  • Il percorso complessivo in bicicletta  è di 54 km. più 10 per la visita ai due centri di Cremona e Piacenza. Totale 64 Km.

Costi:

  • Euro 40,00 per i soci – 42,00 o per i non soci

Comprendono: viaggio in pullman,  noleggio bici, assicurazione, servizio guida - Non  comprendono il pranzo a sacco

Le bici a noleggio sono fornite da GiroLibero

Ci farà da guida Maurilio Grassi della FIAB Lombardia

Abbigliamento: è consigliato un abbigliamento sportivo con scarpe da tennis o scarponcini, kyay

E’ consigliato il caschetto – obbligatorio per i minori.

Adesione:    è confermata  con il versamento dell’acconto di 20,00 euro anche  tramite bonifico bancario al Circolo  Legambiente Aps di Piove di Sacco presso la Banca Patavina – Agenzia di Arzergrande codice IBAN  IT 26 E 08728 62360  000000014162

  • In sede, Via Castello, 12 a Piove di Sacco, ogni martedì sera dopo le ore 21.00

ORGANIZZAZIONE TECNICA: AGENZIA BROCADELLO VIAGGI DI PIOVE DI SACCO (PD)    tel. 049/9701067

"Un Paese è sviluppato non quando i poveri posseggono automobili, ma quando i ricchi usano mezzi pubblici e biciclette" Gustavo Petro, sindaco di Bogotà.”

 

22-23 Settembre 2018 L’Oltrepò Pavese (Prov. PV)

langhe04hd e1499784188761

L'Oltrepò Pavese conosciuto anche come "Vecchio Piemonte" è una delle tre aree territoriali della provincia di Pavia con caratteristiche proprie, insieme a Pavese e Lomellina. L'Oltrepò Pavese è un cuneo di territorio lombardo che si insinua fra l'Emilia e il Piemonte, confinando con le province di Alessandria e Piacenza. Diviso dal resto della provincia di Pavia dal Po, si estende per circa 1100 kmq dei quali un terzo sono di pianura e il restante due terzi sono ripartiti fra collina e montagna con una piacevole varietà di ricchezza di paesaggi. Settantotto sono i suoi Comuni, ognuno dei quali reca con sé un patrimonio storico artistico e culturale soprattutto con i suggestivi borghi medioevali, le torri e i castelli. Tra i vigneti di queste colline sono prodotti i vini dai nomi famosi e di indiscusso pregio.

Programma

Sabato 22 settembre:

Partenza alle ore 05.30 in pullman, a S.Anna di  Piove di Sacco (parcheggio in Via Parini vicino alle Scuole Superiori) –  sosta a  Voltabarozzo di Padova  - parcheggio di Via Balestra ( ore 5,45) arrivo verso le ore 10,00 a Godiasco – dove incontriamo la guida.

L’ALTPOOPIANO DI GOMO Questa escursione ad anello parte dal paese di Godiasco per risalire dolcemente la sponda orografica destra del Torrente Staffora. Il percorso si imbocca di fronte al Supermercato Gulliver e, seguendo le indicazioni bianco rosse con numero di segnavia 170, si oltrepassano alcune villette per poi addentrarci all’interno di alcuni boschi misti. Il percorso sale gradatamente fino ad incrociare, in corrispondenza di un tornante, la strada asfaltata che proviene da Godiasco. Si prosegue su asfalto tenendo la sinistra e si raggiunge la frazione di Gomo in circa 20 minuti. La piccola frazione è posizionata su di un altopiano, da qui la visione sul territorio è particolare e merita assolutamente una deviazione ad una quota nelle vicinanze dell’abitato. Dopo la sosta si prosegue in direzione sud, seguendo un’ampia strada sterrata che pian piano in discesa degrada verso la valle Staffora. Incontriamo sul nostro tragitto due capanni e proseguiamo fino al centro del paese di Godiasco.

Pranzo a sacco.

Lunghezza del percorso: 14 km – dislivello 350 mt.

A fine percorso con il pullman andiamo a Salice Terme (fraz. di Rivanazzano) – dove pernotteremo in Albergo

Domenica 23 settembre:

Partenza Ore 8,15 colazione

L’ANELLO DELLA REGINA. Una semplice uscita adatta a tutti, percorrendo le mulattiere che attraversano boschi di rovere e castagni, luoghi incantati e ricchi di storia che hanno ispirato numerose leggende, in questi siti infatti, si incontrano antiche testimonianze archeologiche risalenti al periodo Neolitico (3500 a.C.).

Dal caratteristico paese di San Ponzo, attraversato l’abitato, si prosegue su strada sterrata per circa un’oretta, fino a raggiungere le grotte. In realtà si tratta di anfratti di una profondità minima di circa cinque/sei metri, scavate naturalmente nei milioni di anni dall’acqua e dal vento. La storia racconta di un certo Ponzo, soldato della Legione Tebea, che viveva all’interno delle cavità e che convertì alla fede e alla religione cristiana molti compaesani. Riconosciuto per cristiano, fu condannato a morte e decapitato in una località tra Cecima e San Ponzo. In questo sito, ancora oggi molto impervio e selvaggio, dove la natura la fa da vera padrona, si ha l’impressione di essere catapultati indietro nel tempo ed è impossibile non rimanere affascinati da questo luogo che, per la gente del posto, è incantato.

Si prosegue in ripida salita e si raggiunge il monte Vallassa, dove troviamo il centro didattico gestito dall’Associazione La Pietra Verde dall’anno 2013. La struttura è collocata a m 650 s.l.m. nel versante piemontese del Monte Vallassa, sul confine con la valle Staffora e la Provincia di Pavia nel Comune di Gremiasco (AL). Realizzata totalmente in legno è dotata di ufficio, sala conferenze, locale per laboratori e n 2 bagni. Il Centro didattico è attrezzato per accogliere gruppi o scolaresche durante tutto l’anno e allo stesso tempo è un luogo strategico e indispensabile. per svolgere attività didattica e naturalistica. Proseguendo in direzione ovest, raggiungiamo, percorrendo un bellissimo sentiero, alla meravigliosa balconata del monte Penola m 650 s.l.m. dove lo sguardo si spinge sulle ultime colline, la pianura e l’arco Alpino.

Il ritorno avviene percorrendo una vecchia mulattiera che ci conduce direttamente al paese di San Ponzo Semola.

Pranzo a sacco presso il Centro didattico

Totale km circa 15 dislivello mt 450

Ore 16,00 ca partenza per il rientro

 

Costi:     euro 102,00  per i soci  - euro 110,00  per i non soci - comprendono: il viaggio in pullman,  il pernottamento  a mezza pensione (comprese le bevande),   1 pranzo a sacco (per domenica 23) ,   i servizi guida, l’assicurazione. Non è compreso il pranzo a sacco di sabato 22,

Pernottamento: in Hotel

 

Servizio Guida: Associazione La Pietra Verde

Anticipo: l’adesione è confermata solo a seguito del versamento della somma di euro 50,00 cadauno anche  tramite bonifico bancario al: Circolo  Legambiente Aps di Piove di Sacco presso la Banca Patavina i– Agenzia di Arzergrande codice IBAN  IT 26 E 08728 62360  000000014162.

Abbigliamento: sportivo, per le escursioni sono obbligatori scarponcini o scarpe da trekking (controllare le suole) – giacca a vento e/o mantella

Adesioni e informazioni:

In sede – Via Castello 12 - Piove di Sacco - ogni martedì sera dopo le ore 21.00

  • Maurizio al cell. 340-4881745 - Tramite e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Viaggiare è camminare verso l'orizzonte, incontrare l'altro, conoscere, scoprire e tornare più ricchi di quando si era iniziato il cammino. (Luis Sepúlveda)

ORGANIZZAZIONE TECNICA:

AGENZIA BROCADELLO VIAGGI DI PIOVE DI SACCO (PD)    tel. 049/9701067

 

27-28 OTTOBRE 2018 Da Lucca a Pisa lungo la Via degli Aquedotti

lungo la via degli acquedotti da lucca a pisa

Si tratta di un percorso sul tema dell’acqua, quella portata nelle città di Pisa e di Lucca (che si trovano entrambe in pianura, su due diversi versanti) da due imponenti opere idrauliche, l’Acquedotto Mediceo e quello Granducale. La sorgente dell’acqua di buona qualità si trovava sui Monti Pisani, e questo trekking,  si sviluppa in pianura lungo  i due acquedotti, ma sale anche verso il monte. Subito dietro la stazione ferroviaria di Lucca si individua l’inizio del sentiero: un tempietto circolare ( un po’ malandato) che segna l’inizio dell’Acquedotto del Nottolini, le cui monumentali arcate si vedono chiaramente anche dall’autostrada A11: si cammina proprio ai piedi delle arcate, in una bella campagna. L’acquedotto fu progettato da Lorenzo Nottolini e portato a termine, dopo varie riprese, nel 1851; le arcate dovevano essere circa 500 e trasportare l’acqua grazie a una particolare pendenza. Quando si arriva ai piedi della collina si trova un nuovo tempietto circolare, e le prime opere idrauliche: i lavori di Nottolini, pur essendo opere pubbliche, avevano una fattezza artistica, così i depositi e i depuratori sembrano comunque opere d’arte, fra l’altro ottimamente conservate. Salendo nel verde si arriva al luogo più magico di tutto il percorso, una valletta immersa nel verde dove scorre un canale per la regimazione dell’acqua, ci sono vari edifici per purificare ecc. Il luogo è magicamente isolato e ha un nome affascinante, Le parole d’oro, per una iscrizione latina (le cui lettere sono dorate) su un ponte di pietra. Continuando a salire fra piante tipicamente mediterranee come il corbezzolo, a cui segue l’ulivo e anche la pianta, così comune nella Lucchesia, di camelia,  si arriva rapidamente al paese di Vorno. Il  punto più alto di tutto il trekking è il Campo di Croce (615 mt slm), sul Monte Pisano, che è anche il punto di demarcazione fra pinete e castagneti. Da questo punto si scende costeggiando una forestale e con ampie vedute sulla piana e sul mare, in un paesaggio molto diverso da quello che ci siamo lasciati alle spalle. I lati della montagna sono verdi, gli insediamenti umani scarsi. Scendendo verso Pisa lungo la pendice del monte ci si ritrova nella Valle delle Fonti, che è anche un’area naturale protetta, fino a raggiungere il cosiddetto Cisternone appena fuori dal paese di Asciano,  un edificio di raccolta delle acque e inizio ufficiale dell’altro acquedotto di questo percorso a piedi, quello pisano. L’acquedotto mediceo pisano fu fatto costruire da Ferdinando I dei Medici: la conduttura sopraelevata scorreva per sei km verso la città di Pisa grazie  a 934 archi di pietra, alcuni non conservati benissimo, purtroppo.

Programma

Sabato 27 ottobre:

Partenza alle ore 06.00 in pullman, a S.Anna di  Piove di Sacco (parcheggio in Via Parini vicino alle Scuole Superiori) –  sosta a  Voltabarozzo di Padova  - parcheggio di Via Balestra ( ore 6,15) arrivo verso le ore 10,00 a Lucca – dove incontriamo le guide – trekking con visita della Città

Tappa 1: da Lucca a Vorno, partendo dalle mura di Lucca risaliremo lungo il percorso dell’acquedotto del nottolini, con i suoi 495 archi, fino alla località detta “alle parole d’oro”. Da qui fino al “balcone panoramico” della Gallonzora per poi scendere nella conca di Vorno dove sosteremo per la notte in diverse strutture.

Pranzo a sacco

Difficoltà: escursionistica (E)

Distanza: circa 9 Km

Dislivello: 400mt in salita

Domenica 28 ottobre:

Partenza Ore 8,15 colazione

Tappa 2: Vorno-Pisa. Partiti da Vorno ci attende subito la lunga salita fino al maestoso valico di Campo a croce. Passati sul versante pisano scenderemo poi per una discesa a tratti abbastanza ripida seguendo il tracciato dell’antico acquedotto mediceo che ci condurrà fino nel cuore del centro storico di Pisa.

Difficoltà: escursionistica (E) con alcuni tratti di escursionistica per esperti (EE)

Distanza: circa 17 Km

Dislivello: circa 300 m in salita e circa 500 mT in discesa

Pranzo a sacco

Ore 16,00 ca partenza per il rientro

 

Costi:     euro 119,00  per i soci  - euro 12700  per i non soci - comprendono: il viaggio in pullman,  il pernottamento  a mezza pensione (comprese le bevande),    i servizi guida, l’assicurazione. Non sono compresi i pranzi sacco,

Pernottamento: in divese strutture . cena tutti insieme

 

Servizio Guida: Davide Pagliai, Guida Ambientale Escursionistica

Anticipo: l’adesione è confermata solo a seguito del versamento della somma di euro 50,00 cadauno anche  tramite bonifico bancario al: Circolo  Legambiente Aps di Piove di Sacco presso la Banca Patavina i– Agenzia di Arzergrande codice IBAN  IT 26 E 08728 62360  000000014162.

Abbigliamento: sportivo, per le escursioni sono obbligatori scarponcini o scarpe da trekking (controllare le suole) – giacca a vento e/o mantella

Adesioni e informazioni:

In sede – Via Castello 12 - Piove di Sacco - ogni martedì sera dopo le ore 21.00

  • Maurizio al cell. 340-4881745 - Tramite e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Viaggiare è camminare verso l'orizzonte, incontrare l'altro, conoscere, scoprire e tornare più ricchi di quando si era iniziato il cammino. (Luis Sepúlveda)

ORGANIZZAZIONE TECNICA:

AGENZIA BROCADELLO VIAGGI DI PIOVE DI SACCO (PD)    tel. 049/9701067